GOLFERS' TIME
adv
USA

Nella prima metà del 2016 sarete in America? Volete giocare in qualche Pro-Am di prestigio? Ecco alcuni nomi e date.

La 16th Annual Scottsdale (Arizona) Classic Pro Am si terrà dall’8 al 12 febbraio su 72 buche. Si inizierà l’8 febbraio al FireRock Country Club (un circolo privato molto esclusivo con un campo, in erba, circondato dal deserto: il percorso è decisamente collinoso), il giorno seguente ci si gareggerà al Saguaro Course del We Ko Pa Golf Club (altro campo, in erba, sottratto al deserto, decisamente impegnativo dal quale si possono godere anche panorami stupendi, come, ad esempio, quello della Red Mountain; si trova nella riserva indiano di Fort McDowell, nell’area delle Fountains Hills), il 11 si affronteranno le 18 buche del SunRidge Canyon Golf Club (percorso che si snoda attraverso canyons ombrosi fino alle montagne desertiche che separano le Fountain Hills da Scottsdale, con improvvisi cambi di pendenza), si terminerà l’12 al Kierland Golf Club (vicino a laghi, attraverso canyon aridi, mentre ai lati c’è la vegetazione tipica del deserto dell’Arizona; da segnalare i greens che costituiscono una vera sfida anche per i migliori giocatori). Nel periodo della Pro-Am nell’area di Scottsdale si prevede che le temperature diurne saranno sui 23°C

La 19th Las Vegas (Nevada) Classic Pro-Am Le gare si svolgeranno il 15, il 16 e il 17 febbraio su 54 buche. Il primo giorno, il 15 febbraio, si giocherà al Cascata (un campo bellissimo con tanti doglegs, stupendi fairways e greens in pendenza; a rendere più difficile il percorso ci sono tanti ostacoli d’acqua, tutti artificiali), il 16 al Reflection Bay Golf Club (si trova sulle sponde del lago Las Vegas, a 25 km dalla città; disegnato da Jack Nicklaus, è stato completamente rifatto nel 2014), si terminerà il 17 al Las Vegas Paiute Golf Resort World Course (disegnato da Pete Dye, è circondato dal deserto). Nel periodo delle gare, in quell’angolo del Nevada, ci dovrebbe essere una temperatura diurna intorno ai 18° C

Le date della Pinehurst (North Carolina) Classic Pro-Am vanno dall’11 al 14 aprile (esattamente una settimana dopo il Masters di Augusta). La competizione sarà su 56 buche. Di debutterà l’11 aprile sul Pinehurst No. 4 Course (percorso decisamente su e giù, ridisegnato nel 2000 da Tom Fazio), il 13 si affronterà il Pinehurst No. 8 Course (anch’esso disegnato da Tom Fazio), si terminerà il 14 affrontando le 18 buche del Pinehurst No. 2 Course (sede dell’US Open del 2014). In genere, da quelle parti, a metà aprile la temperatura diurna dovrebbe essere sui 22° C.

 

Dal 27 al 30 maggio ci sarà la Pro-Am Tour at Pebble Beach (California), competizione su 56 buche. I campi di gara saranno il 27 maggio allo Spyglass Hills Golf Course (un percorso, tra dune di sabbia, con buche molto differenti tra loro), il 29 maggio al The Links at Spanish Bay (a ridosso dell’Oceano Pacifico, con le difficoltà che ciò può comportare), si finisce il 30 maggio al Pebble Beach Golf Links (sede dell’US Open 2010, con tanti fairways a ridosso della scogliera, con greens piuttosto piccoli, a detta di molti è tra i percorsi più affascinanti in America). A fine maggio in quell’area della California di giorno ci sono 18° C.

La Whistling Straits (Michigan) Classic Pro-Am va dal 4 al 7 giugno. Sarà su 56 buche: si inizierà il 4 giugno al River Course at Blackwolf Run (è classificato al 14° posto tra i primi 100 migliori campi pubblici americani, le difficoltà sul percorso sono date principalmente dal vento), si giocherà il 6 al Whistling Straits – Irish Course (percorso molto impegnativo, ogni buca deve essere affrontato con la massima cura), il 7 si terminerà con le 18 buche del Whistling Straits – Straits Course (il percorso si snoda lungo la riva del Lago Michigan, disegnato da Pete Dye, è ai primissimi posti nella classifica dei migliori 100 campi pubblici negli USA). All’inizio di giugno si prevede che di giorno ci siano 21° C.

Gli organizzatori suggeriscono di arrivare dalle parti della Pro-Am almeno con un giorno di anticipo rispetto all’inizio delle gare.

Per ulteriori informazioni www.pga.info/tournaments.

Seguici su

Twitter
 

Advertisements